Escursione sul Monte Petrella

Ah, che bella l’estate! Per me è il periodo perfetto per evitare alla grande il mare ( si, faccio parte di quella schiera di persone che “odiano” il mare ) ed esplorare invece le montagne!

Questo weekend appena trascorso sono stato sul Monte Petrella con alcuni miei amici, la vetta più alta della catena degli Aurunci, una catena appartenente all’Antiappennino laziale.

Il percorso è di tipo E, quindi non si tratta di una semplice passeggiata nella natura, ma nemmeno di un percorso di difficoltà elevata: è sufficiente un paio di scarpe adeguate, un minimo di resistenza e si può esplorare senza troppe difficoltà!

Sulla strada per l’area pic-nic nei pressi di Monte Petrella

Date le condizioni non ottimali della strada abbiamo deciso di lasciare le macchine a circa 2 km dall’are pic-nic da cui poi partono le indicazioni per Monte Petrella.

Questa parte di percorso ( non prevista inizialmente ) è molto facile, si tratta di una strada sterrata, non troppo in salita. Bisogna stare attenti però ad eventuali macchine, che, nonostante le condizioni della strada, vanno comunque a velocità elevata.

Superata l’area pic-nic, la strada sterrata continua per un po’, circa 20 minuti a piedi

Dopo quest’ultimo tratto sterrato, si arriva a una Fonte. Da qui comincia il sentiero per salire al Monte Petrella.

Ci sono due opzioni in realtà: si può seguire il sentiero a sinistra della fonte oppure il sentiero di destra.

Il primo è più breve, ma anche più ripido e roccioso, mentre il secondo è molto più facile e molto panoramico. Infatti da questo sentiero si possono raggiungere, prima del Monte Petrella, Monte Sant’Angelo ( 1402mt ) e Monte Campetelle ( 1494mt ), da cui si ha una vista sul Golfo di Gaeta spettacolare!

Dopo un percorso quasi tutto all’ombra della vegetazione ( con questo caldo è stata una benedizione! ) si arriva a un bivio, da cui ci sono diversi percorsi: andando a destra si raggiunge, in 5-10 minuti, Monte Sant’Angelo; andando a sinistra si sale per Monte Campetelle.

Noi siamo andati subito a sinistra, e qua è iniziata una parte leggermente più impegnativa nel percorso per Monte Petrella.

Infatti il sentiero bello comodo sterrato termina al bivio, e si prosegue, seguendo sempre i segni del CAI, lungo una porzione di terreno roccioso.

Dopo una mezz’ora circa si raggiunge, finalmente, Monte Campetelle, che regala una vista sul Golfo di Gaeta veramente incredibile!

Qui facciamo una meritata sosta per ammirare il panorama e recuperare qualche energia, e poi ci avventuriamo per gli ultimi 20 minuti di percorso necessari per raggiungere Monte Petrella!

Il percorso è abbastanza semplice, e si torna di nuovo nel bosco ( dove abbiamo trovato anche delle fragoline buonissime! ) e poi si risale di nuovo per dei tratti scoperti e rocciosi.

Dopo 20 minuti di camminata quindi, raggiungiamo finalmente Monte Petrella: da qui la vista è ancora più spettacolare!

Con la giornata che abbiamo trovato si vedevano benissimo tutte le isole: Ponza, Ischia, anche il Circeo si vedeva benissimo ad occhio nudo!

Qui finalmente abbiamo pranzato, e ci siamo presi una mezz’oretta di relax assoluto, in silenzio, ad ascoltare i suoni della natura.

Io in più ho anche fatto volare un po’ il drone, realizzando qualche video e qualche foto niente male! ( li potrai trovare sul mio profilo instagram: _paolucci )

Dopo un’oretta tra relax e pranzo decidiamo quindi di iniziare la discesa, seguendo l’altro sentiero, e non quello percorso all’andata.

La discesa è stata abbastanza impegnativa, in quanto si alternava il sentiero nel bosco al sentiero roccioso scoperto.

Dopo un’oretta circa siamo tornati di nuovo alla fonte da cui siamo partiti la mattina, e anche qui breve sosta per ricaricare le energie ( e fare tante foto alle mucche! ) per poi incamminarci per il tratto finale, passando per l’area pic-nic e arrivando infine alle nostre macchine

Giunti alle macchine ci siamo incamminati per la strada di ritorno a casa, ma la fame si è fatta sentire, e quindi ci siamo fermati a Terracina per mangiare una pizza al volo prima di tornare definitivamente a casa